Busti, ginocchiere e cavigliere

Busti, ginocchiere e cavigliere

Busti ortopedici certificati

I busti ortopedici supportano la colonna vertebrale, consentendo a chi li indossa di avere una postura più corretta e una migliore distribuzione dei carichi. La A.G. Sanitari, con sede a Montebelluna in provincia di Treviso, è specializzata nella fornitura di tutti i migliori prodotti ortopedici.

Finalità dei busti ortopedici
Questo tipo di ausilio viene utilizzato per attenuare problemi di cifosi o per evitare disturbi derivanti da scorrette flessioni della colonna in pazienti che presentano già problematiche come fratture e schiacciamenti. Non appena li si indossa, si percepisce un effetto di sostegno, di irrigidimento e di redistribuzione dei carichi con relativo scarico e sollievo per la colonna. L’azione del busto è la stessa sia in posizione eretta che da seduti.

Tipologie di busto
I busti si dividono in rigidi, indicati, per esempio, in caso di fratture vertebrali, e semirigidi. Per problemi localizzati nel tratto lombare, vengono utilizzati i semirigidi in tessuto. La parte anteriore è in materiale elastico, con stecche di rinforzo nella parte posteriore e un tipo di chiusura con ganci o velcro. Presso la A.G. Sanitari sono presenti dei tecnici ortopedici ai quali si può richiedere la personalizzazione del busto, in modo tale che si adatti perfettamente al paziente.

In base alle diverse patologie da trattare, su indicazione medica e richieste del paziente, si possono avere:

  • Collari cervicali morbidi, semirigidi e rigidi: indicati per artrosi cervicale, cervicalgie, lievi patologie muscolari del tratto cervicale, traumi distorsivi, torcicollo miogeno, ernie cervicali con brachialgia.
  • Collari cervicali bivalva, immobilizzatori cervico-toracico: indicati per gravi traumi cervicali, stabilizzazione post-chirurgica, crolli vertebrali, discopatie multiple.
  • Cuscini cervicali, utili nel trattamento dei disagi muscolo scheletrici del tratto cervicale della colonna vertebrale.
Le svariate soluzioni di ortesi devono tener conto delle necessità del paziente, della sua struttura fisica, della sua quotidianità. Le ortesi per tronco svolgono un’azione di controllo dei movimenti impedendo gli atteggiamenti scorretti e migliorando la postura del corpo.
In base alle diverse patologie da trattare, su indicazione medica ed esigenza del paziente, potete valutare i seguenti presidi.

  • Iperestensori vertebrali a 3 punti, indicati per fratture vertebrali, crolli vertebrali, stabilizzazione del rachide.
  • Corsetti semirigidi dorso-lombari, lombari e lombosacrali per lombalgie, lombosciatalgie, traumi muscolari e articolari, discopatie, post-operatorio, dorso curvo, artrosi vertebrale.
  • Corsetti elastici, per lievi lombalgie, contratture muscolari paravertebrali, disco artrosi, lievi traumi della colonna.
  • Busti rigidi dorsolombari per esiti di fratture, osteoporosi, dorso curvo, cedimenti vertebrali, stabilizzazione del rachide in genere.
In base alle diverse patologie da trattare, su indicazione medica ed esigenze del paziente, potete valutare i seguenti presidi.

  • Polsini semplici, polsini con immobilizzatore, tutori rigidi per pollice, indicati per distorsioni, tendiniti, trattamento post-operatorio e traumatico, patologia del tunnel carpale, rizoartrosi.
  • Fasce per epicondilite, per epicondiliti, condizioni infiammatorie croniche, postoperatorie e postraumatiche, epitrocleiti, lussazioni del gomito.
  • Immobilizzatori di braccio e spalla per esiti di intervento, esiti di lussazione, esiti di ricostruzione cuffia dei rotatori, traumi discorsivi della spalla.
  • Tutori palmari per polso, per lesioni neurologiche, paralisi trattamento delle deformità di origine reumatica, post-intervento.
In base alle diverse patologie da trattare, su indicazione medica ed esigenze del paziente, potete trovare nelle nostre sede i seguenti presidi.

  • Tutori d’anca per trattamenti conservativi dell’anca, lussazioni, postoperatorio.
  • Ginocchiere semplici, con stecche, con snodo di regolazione della flesso estensione, immobilizzatrici, postoperatorie, indicate per protezione e prevenzione di lesioni muscolari, instabilità dell’articolazione, infiammazioni croniche, patologie degenerative dell’articolazione,ginocchio artrosico in varo-valgo, rottura e lesioni dei legamenti, riabilitazione.
  • Cavigliere semplici, con stecche stabilizzanti, tutori caviglia rigidi bivalve, indicate per instabilità della caviglia, tendiniti, rieducazione funzionale, prevenzione in attività sportiva, immobilizzazioni post-traumatiche, distorsioni legamentose.
  • Supporti per piede equino, per paralisi neurologiche, neuropatie.
  • Plantari in silicone con scarico calcaneare, correttori e protezioni per alluce valgo, supporti e protezioni per dita del piede.

 

collare

Le funzioni principali di un ortesi al collo sono l’immobilizzazione e la riduzione della mobilità a scopo terapeutico. E’indicato l’uso di un collare nei casi di distorsione della colonna (colpo di frusta), torcicollo, artrosi cervicale, discopatie ed ernie discali con cervicobracalgia, uso post-operatorio nella chirurgia vertebrale, cedimenti patologici secondari a metastasi cervicale ed osteoporosi.
 La scelta del collare deve tener conto del grado di immobilitazione necessario in base alla patologia da trattare. Il sistema di regolazione in altezza e circoferenza permette un semplice ed efficace adattamento alla struttura fisica del paziente. 
Per questo ci sono collari in gommapiuma morbida, collari con struttura di plastica rigida regolabile in altezza, collari formati da due valve avvolgenti, collari con struttura leggera in alluminio e acciaio inox con appoggio toracico e dorsale.

busti

La funzione principale di un’ortesi per il rachide dorsale e lombare è quella di ausilio per ottenere e mantenere una posizione corretta quando si manifestano i seguenti casi: lombosciatalgia, lombalgia, fratture e cedimenti vertebrali su base traumatica, osteoporotica metastica, decorsi post-opratori, ipercifosi, dorso curvo, supporto in attività sportiva o durante lavori manuali pesanti.
Il materiale utilizzato per la costruzione di tali ausili li rende idonei alle diverse patologie.
 Ci sono ortesi con struttura in lega leggera di alluminio per iperestensione e immobilizzazione, strutture in materiale plastico rivestito, fasce lombo sacrali in cotone ed elastomero, ortesi in tessuto di cotone raso con sostegno di stecche rigide.

La funzione principale di un’ortesi per anca è la limitazione del movimento dell’articolazione nei casi di terapia della lussazione d’anca e lussazione protessica, nella fasa post operatoria e nella riabilitazione.

 
L’utilizzo di una ginocchiera è indicato nei seguenti casi: instabilità o insufficienza dovute a lesioni dei legamenti crociati o collaterali,  lassità legamentosa cronica, dolori nell’area rotulea in seguito a condropatia patellare, dolori reumatici, traumi da sport, contusioni, lesioni da sovraccarico, immobilizzazione post-traumatica o operatoria, prevenzione durante la pratica sportiva, terapia del ginocchio varo-valvo non operabile. 
I tutori per ginocchio possono così essere suddivisi:

  • struttura a gamba con aste erticolari con regolazione della flesso estensione;
  • con aste articolari, valve in plastica e imbottiture soffici;
  • in neopreme semplici, con apertura patellare, con aste articolate o rigide;
  • in tessuto di cotone elastico.

Le cavigliere sono necessarie in casi di distorsione della caviglia, artrosi dell’articolazione tibio tarsica, tendiniti, fratture composte, stabilizzazione e protezione alla ripresa di un attività sportiva, lassità legamentosa cronica.
 Ci sono cavigliere con struttura rigida a valve, in tela rigida armata con stecche in alluminio, in tessuto elastico e neoprene a forte grado di contenzione.